MODELLO TUTORI DI RESILIENZA

“Senza qualcuno nessuno può diventare uomo”

 L’imprescindibilità della presenza di figure di riferimento, nella vita del bambino, che lo sostengano nella sua crescita e lo supportino nelle piccole e grandi difficoltà che si trova ad incontrare, rappresenta il presupposto da cui l’Unità di Ricerca sulla Resilienza è partita nell’elaborazione del modello di intervento formativo “Tutori di resilienza”.

L’esperienza maturata nel corso degli anni a favore di minori in contesti di vulnerabilità, ha permesso di comprendere quanto sia essenziale la formazione di adulti-caregiver che possano assumere, in maniera consapevole e mirata, un ruolo di guida nella vita dei bambini, promuovendo in loro un processo di rinascita a fronte dei piccoli e grandi traumi a cui sono stati esposti.

Il concetto di resilienza si muove in questo senso, insegnando a non focalizzarsi solo sulle vulnerabilità e il disagio dei minori, ma considerando, sostenendo e rafforzando quelle che sono le loro risorse, interne ed esterne, per affrontare in maniera vincente le piccole e grandi sfide.

L’efficacia di questo modello è supportata da studi scientifici di ricerca-azione condotti dallUnità di Ricerca sulla resilienza (RiRes), in Sri Lanka (nord), Gaza, Libano, Giordania e Mali , con minori vittime di guerra e violenza, e in Cile, Sri Lanka (sud), Haiti, Pakistan e Italia, con bambini vittime di disastri naturali.

Obiettivo

Fornire a operatori che operano nella presa in carico dei minori in contesti di vulnerabilità, strumenti e metodi che supportino l’assunzione del ruolo di tutori di resilienza

Destinatari

Diretti: social workers, psicologi, educatori, animatori e altre figure coinvolte nella presa in carico dei bambini vittime di esperienze traumatiche.

Indiretti: minori in situazioni di vulnerabilità/disagio.

Risultati attesi

Con i destinatari diretti (adulti):

  • Acquisizione e sviluppo di conoscenze teoriche e cliniche circa il processo di resilienza, i fattori di rischio e i fattori di protezione dei minori vittime di traumi.
  • Sviluppo di competenze operative per la promozione del processo di resilienza nei bambini in condizione di disagio.

Con i destinatari indiretti (minori):

  • Aumento del benessere psico-fisico
  • rafforzamento dell’identità e delle risorse interne del bambino
  • consolidamento delle risorse esterne : il gruppo di pari e la famiglia
  • Rafforzamento delle capacità di elaborazione delle esperienze traumatiche.

Moduli

“Tutori di resilienza” presenta due diversi moduli: il primo della durata di quattro giorni e il secondo di otto. Entrambi i moduli includono una parte applicativa delle conoscenze apprese dai partecipanti da adottare con minori in condizioni di disagio.

Monitoraggio

  • Report dell’azione dei social workers
  • Rilevazione dell’impatto e dell’intervento mediante uno studio che mira a comparare il benessere psichico dei minori prima e dopo l’intervento.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...